Nicola Alaimo
Baritono - W
Non ancora ventenne vince il concorso Di Stefano a Trapani, debuttando il ruolo di Dandini ne La Cenerentola. Artista versatile, è stato scelto da Riccardo Muti come protagonista del Don Pasquale a Ravenna Festival ed in una tournée in Europa e Russia, come Pharaon in Moise et Pharaon al Teatro dell’Opera di Roma e come Tulipano ne Il matrimonio Inaspettato di Cimarosa a Pisa e Ravenna. Esordisce negli U.S.A. con Simon Boccanegra con la Boston Symphony Orchestra diretta da James Levine. Fra gli altri debutti ricordiamo: Poliuto al Concertgebouw di Amsterdam; Carmen al San Carlo di Napoli; Simon Boccanegra al Teatro Massimo di Palermo; La Traviata a Roma con la regia di Franco Zeffirelli.
RECENSIONI
Il barbiere di Siviglia
Arena di Verona
07/07/2024

"Fra i “nuovi” in scena, la palma del migliore spetta sicuramente a Nicola Alaimo, accolto da un calorosissimo applauso al termine della celebre cavatina. Il baritono palermitano ha ormai fatto ampia esperienza della lezione impartita dal celebre zio Simone. Il suo Figaro è oggi fra i migliori in circolazione, per la scioltezza e vivacità di fraseggio, il controllo e la fluidità nella coloritura, la facilità nella proiezione alle note acute, che suonano tonde, nitide, ben timbrate. Doti musicali che si uniscono ad una presenza scenica formidabile, di rara efficacia comunicativa. "

(l'Adige)


Roberto Devereux
Grand Theatre, Genève
04/06/2024

"Du côté des clés de fa, et non moins éclatant qu’Alex Esposito, on redira à quel point Nicola Alaimo est formidable dans le rôle du Duc de Nottingham : que ce soit dans la bonté ou dans la fureur, il déploie une ampleur et une humanité, une puissance grandioses. Massif, imposant, il fait sonner une voix immense, à la démesure de la générosité et de la violence du personnage."

(Charles Sigel, Forum Opera)


"Nicola Alaimo (Nottingham), au sommet de ses moyens vocaux, capte l’attention du public dès sa première note. Peu avare en décibels et en effort physique, sans tomber cependant dans un pathos excessif, il décline une large palette de couleurs et de nuances dramatiques, passant de l’époux sûr de la fidélité de son épouse et ardent défenseur de son ami persécuté à l’accusateur fiévreux dès lors de la découverte de la trahison de l’un et de l’autre. "

(Jaime Estapà i Argemí, Webtheatre)


Gianni Schicchi
Salle Garnier, Monte-Carlo
27/02/2024

"Domina lo Schicchi di Nicola Alaimo, la cui levatura vocale e interpretativa lo rende punto di riferimento per questa parte come lo sono oggi in pochi. … Si diceva di Alaimo, che entra in scena vestito da “signorone” dandy in giacca a righe bianche e rosse (i costumi novecenteschi di Perego sono davvero indovinati) e ne diventa protagonista e polo d’attrattiva avvincente; canta dipingendo d’ironia sottile l’intera parte, lo fa prima di tutto con buon gusto, intinto di sagacia bonaria e positiva, così che gesto e canto diventano tutt’uno con la sua personale visione teatrale del personaggio: simpatico, brioso, quindi, nella beffa, più umano che subdolo e sulfureo truffatore, ricco d’arguta inventiva sul terreno della sillabazione e nel disegno espressivo donato alla contraffazione della voce quando la camuffa grottescamente da Buoso Donati. C’è poi il valore aggiunto di un canto sano e robusto, ma anche vario e ispirato nella cura di un fraseggio che, al momento d’intonare “In testa la cappellina”, si mostra analitico nel dare giusto peso a ogni sillaba e arriva poi alla grande perorazione vocale sull’acuto emesso a perdifiato con pienezza di suono, per poi essere poeticissimo nella mezzavoce da manuale con cui attacca il malinconico addio a Firenze, davvero da gran baritono."

(Alessandro Mormile, Connessi all'Opera)


Don Pasquale
Teatro Regio, Torino
26/01/2024

"Giganteggia, in tutti i sensi, il Don Pasquale di Nicola Alaimo, per la presenza scenica calamitante oltre che per la forma vocale splendente. Nel suo canto e nel gesto scenico sempre motivato dalla musica, scrupolosamente attento e modellato sul senso della parola, si coglie la dimensione comica del personaggio più che quella umanamente malinconica, ma non per questo viene da pensare che la sua lettura sia incompleta; anzi, è sottilmente ironica, teneramente schietta e sincera, oltre che vocalmente sostenuta da una voce sana, ben proiettata e sorvegliata nel gusto. Nel duetto con Malatesta, quando i due scendono dalle passerelle laterali del palco per concluderlo in sala, Alaimo intesse un legame col pubblico, bacia le mani di alcune signore in prima fila e addirittura abbozza galantemente un giro di valzer improvvisato con Rita Catalano, elegante Signora che è presenza costante di ogni prima del Regio. Lo fa senza perdere per un secondo il controllo musicale della situazione e sigla, dopo lo scioglilingua dei lungi sillabati, la chiusura della pagina con una puntatura acuta che è una bomba di suono morbido e tonante. A conti fatti una prova che lo conferma cantante e artista di livello superiore."

(Alessandro Mormile, Connessi all'Opera)


"Nicola Alaimo ha raccolto l’eredità di tanti bassi buffi nel ruolo (e qui al Regio ricordiamo le numerose presenze nella parte di Enzo Dara) partendo non tanto da trovate particolari nella recitazione quanto piuttosto nell’eleganza del canto, nella naturalezza scenica e in un eloquio che puntava ad una ammirevole chiarezza espressiva. Il carattere del vecchio Don Pasquale è uscito così da tanti stereotipi giunti a noi dalla tradizione per ritrovare una propria credibilità."

(Lodovico Buscatti, OperaClick)


"Mattatore assoluto è Nicola Alaimo nei panni del protagonista. Perfettamente a suo agio nel personaggio il baritono siciliano non solo fornisce una prova vocalmente sontuosa ma si dimostra soprattutto incontenibile animale da palcoscenico. Sul piano vocale si resta colpiti dall’ampiezza della cavata e della robustezza del mezzo che gli permette di sfoggiare acuti impressionanti per volume e tenuta eseguiti senza alcun sentore di sforzo. I sillabati sono rapidissimi, precisi, senza alcune sbavatura nella miglior tradizione dei grandi buffi italiani. Sul piano scenico è d’irresistibile personalità, recita benissimo e interagisce con il pubblico facendolo partecipe della vicenda. Diverte e si diverte regalando a tutti un pomeriggio di autentica gioia musicale."

(Giordano Cavagnino, GbOpera)


"Il protagonista è un Nicola Alaimo in splendida forma sia vocale che scenica. Focalizza l’attenzione sul tema portante dell’opera, quella della vecchiaia burlata e vilipesa, che nella sua interpretazione assume connotati grandiosi e talora quasi epici. Conferisce, inoltre, eloquenza al suo personaggio attraverso un canto fluido che nella parola distinta e ben proiettata trova il punto di maggior forza."

(Alberto Bazzano, l'opera)

MORE REVIEWS
CALENDARIO
08
ago 2024
Equivoco Stravagante (L')
Pesaro, Rossini Opera Festival
Gamberotto
12
ago 2024
Equivoco Stravagante (L')
Pesaro, Rossini Opera Festival
Gamberotto
16
ago 2024
Equivoco Stravagante (L')
Pesaro, Rossini Opera Festival
Gamberotto
MORE HIGHLIGHTS
Repertorio
Scroll Up
Scroll Down
****
Incisione CD
Baritono
Premio Bastianini
Vincitore
AA.VV.
Concerto
Baritono
Baritono
Concerto di beneficenza
Baritono
Tenore
Concerto lirico
Baritono
Gala Concert
Baritono
Baritono
Master class
Insegnante
Recital
Baritono
Bellini
Adelson e Salvini
Lord Adelson
I Puritani
Sir Riccardo Forth
Sir Riccardo Forth
Il Pirata
Ernesto Duca di Caldora
Ernesto Duca di Caldora
Berlioz
Benvenuto Cellini
Fierramosca
Bizet
Carmen
Escamillo
Cilea
Adriana Lecouvreur
Michonnet
Michonnet
Cimarosa
Il Maestro di cappella
il maestro di cappella
Il Matrimonio Segreto
Geronimo
Corghi
Il Dissoluto assolto
Don Giovanni
Donizetti
Belisario
Belisario
Belisario
Caterina Cornaro
Lusignano
Lusignano
Don Pasquale
Don Pasquale
Don Pasquale
Dottor Malatesta
Il Furioso all'Isola di San Domingo
Cardenio
Il Paria
Zarete
La Fille du régiment
Sulpice
Sulpice
Le Convenienze e inconvenienze teatrali
Mamm' Agata
Procolo Cornacchia
L'Elisir d'amore
Belcore
Belcore
Il dottor Dulcamara
Il dottor Dulcamara
L'Esule di Roma
Murena
Lucia di Lammermoor
Lord Enrico Ashton
Lord Enrico Ashton
Lord Enrico Ashton
Lord Enrico Ashton
Poliuto
Severo
Roberto Devereux
Duca di Nottingham
Duca di Nottingham
Faurè
Requiem (Fauré)
Baritono
Baritono
Giordano
Fedora
De Siriex
De Siriex
La Cena delle beffe
Neri Chiaramantesi
Neri Chiaramantesi
Leoncavallo
Mameli (Leoncavallo)
Carlo Terzaghi
Carlo Terzaghi
Pagliacci
Direttore
Zazà
Cascart
Mahler
Kindertotenlieder
Baritono
Lieder eines Fahrenden Gesellen
Baritono
Mascagni
Cavalleria Rusticana + Pagliacci
Tonio
Massenet
Don Quichotte
Sancho Panza
Mozart
Così fan tutte
Don Alfonso
Don Giovanni
Leporello
Leporello
Le Nozze di Figaro
Figaro
Figaro
Orff
Carmina Burana
Baritono
Paisiello
Matrimonio inaspettato, Il (Paisiello)

Pergolesi
Lo Frate 'Nnammurato
Marcaniello
Marcaniello
Puccini
Gianni Schicchi
Gianni Schicchi
Gianni Schicchi
Il Tabarro
Michele
La Bohème
Marcello
Marcello
Schaunard
La Rondine
Rambaldo
Madama Butterfly
Sharpless
Sharpless
Messa di Gloria (Puccini)
Baritono
Tosca
il barone Scarpia
il barone Scarpia
Trittico (Tabarro,Suor Angelica,Gianni Schicchi)
Michele e Gianni
Ravel
L'Heure espagnole
Ramiro
Ramiro
Rossini
Concerto rossiniano
Baritono
Baritono
Equivoco Stravagante (L')
Gamberotto
Guglielmo Tell
Guglielmo Tell
Guglielmo Tell
Guillaume Tell
Guillaume Tell
Guillaume Tell
Hedwige
Il Barbiere di Siviglia
Bartolo
Bartolo
Figaro
Figaro
Il Turco in Italia

Don Geronio
Don Geronio
Il Viaggio a Reims
il barone di Trombonok
La Cenerentola
Dandini
Dandini
Don Magnifico
La Gazzetta
Don Pomponio
Don Pomponio
Le Comte Ory
Raimbaud
Raimbaud
L'Italiana in Algeri
Mustafà
Taddeo
Taddeo
Taddeo
Taddeo
Matilde di Shabran
Aliprando
Moise et Pharaon
Pharaon
Pharaon
Stabat Mater (Rossini)
Basso
Torvaldo e Dorliska
il duca d'Ordow
Rota
Il Cappello di paglia di Firenze
Beaupertuis
Saint-Saens
Henry VIII
Henry VIII
Strauss
Salome
primo nazareno
Verdi
Aida
Amonasro
Aroldo
Egberto
Attila
Ezio
Ezio
Concerto Verdiano
Baritono
Don Carlo
Rodrigo
Rodrigo
Ernani
Don Carlo
Don Carlo
Falstaff

regista
Sir John Falstaff
Sir John Falstaff
Sir John Falstaff
Sir John Falstaff
I Due Foscari
Francesco Foscari
Francesco Foscari
I Masnadieri
Francesco
Francesco
I vespri siciliani (1861)
Guido di Monteforte
Il Corsaro
Seid, pascià di Corone
Il Trovatore
Il conte di Luna
Il conte di Luna
Jérusalem
Roger
La Forza del destino
Don Carlo di Vargas
Fra' Melitone
Fra' Melitone
La Traviata
Alfredo Germont
Giorgio Germont
Giorgio Germont
Les Vêpres siciliennes
Guy de Montfort
Luisa Miller
Miller
Miller
Macbeth
Macbeth
Nabucco
Nabucco
Otello
Jago
Jago
Rigoletto
Rigoletto
Rigoletto
Simon Boccanegra
Paolo Albiani
Paolo Albiani
Simon Boccanegra
Stiffelio
Stankar
Stankar
Un Ballo in maschera
Renato
Renato
Wagner
Die Meistersinger von Nurberg
Hans Sachs
Legal information
/
Privacy
/
Site map
/
Contact us
Copyright 2011 Stage Door Srl / p.iva 02460411206