Cristiano Cremonini - Tenore - W Print

Nato a Bologna nel 1974, Cristiano Cremonini ha studiato canto con Angelo Bertacchi.

Dopo il debutto all'et di 21 anni in Don Carlo al Teatro Sociale di Mantova, si dedica inizialmente all'opera del Settecento debuttando i ruoli di protagonista in opere come Il filosofo di campagna di Galuppi (Belluno), Il matrimonio segreto, Così fan tutte, Il barbiere di Siviglia, Don Pasquale. Ha poi cantato Pagliacci (Arlecchino) a Firenze, L'amico Fritz (Federico) al Teatro Carlo Felice di Genova, La vedova allegra (Camille de Rossillon) al Teatro Stabile di Bolzano, nonché al Teatro Nuovo e al Teatro Nazionale di Milano, all'Europauditorium di Bologna, al Teatro Rendano di Cosenza, ad Adria e ad Udine.

Ha preso parte con successo, alle prime esecuzioni in tempi moderni dell'Italiana in Algeri di Mosca al Teatro Rossini di Lugo (novembre 1998), dell'oratorio Il martirio di San Valentino e allo Sposo burlato di Piccinni, messo in scena al Palazzo Reale di Portici in occasione delle celebrazioni per il bicentenario della morte del compositore. Ha cantato il ruolo principale di Beppe nella Rita di Donizetti nel corso di una tournée in Spagna. Nel giugno 2000 interpreta le parti del Pittore e dello Scrittore alla prima rappresentazione assoluta dell'opera Lucida degli specchi di Roberto Solci al Teatro dei Differenti di Barga, ripresa in seguito al Teatro del Giglio di Lucca.

Ha interpretato poi Rodolfo nella Bohème allo Stadtheater di San Gallo e al Teatro Comunale di Modena; Arturo in Lucia di Lammermoor al Teatro Regio di Parma, al Teatro Municipale di Piacenza, al Teatro Bellini di Catania e all'Opernhaus di Zurigo; Edmondo in Manon Lescaut al Festival Puccini di Torre del Lago.

Oltre al debutto nella Notte di un nevrastenico e nei Due timidi di Rota a Como e a Treviso, si segnala quello in Les dialogues des Carmélites di Poulenc con la regia di Alberto Fassini, come Chevalier de la Force, al Teatro Bellini di Catania. àˆ tornato nei teatri del Circuito Lirico Lombardo per la Turandot (Pang) e ha preso parte ad una tournée As.Li.Co nei principali teatri del nord Italia nelle vesti di Nemorino in L'elisir d'amore a Massy e Vichy ha poi cantato Idomeneo (Arbace). Nel 2004 ha cantato il ruolo protagonista nell'opera Re Enzo di Respighi nella prima esecuzione in epoca moderna, al Teatro Comunale di Bologna.

Nelle passate stagioni ha interpretato inoltre Rinuccio in Gianni Schicchi a Forlì e a Friedberg con l'Orchestra Bruno Maderna; La traviata al Teatro Comunale di Bologna e al Teatro Valli di Reggio Emilia; Nemorino nell'Elisir d'amore al Teatro Giordano di Foggia; Fenton in Falstaff realizzata da As.Li.Co. per i teatri del Circuito Lirico Lombardo, il Teatro Alighieri di Ravenna e il Teatro del Giglio di Lucca; Aida a Baden-Baden; Innocente in Boris Godunov al Teatro Comunale di Bologna; I puritani (Sir Bruno Roberton) al Théâtre Royal de la Monnaie di Bruxelles; Requiem di Verdi a Roma; Turandot a Torre del Lago; il Don Carlo inaugurale alla Scala di Milano e poi in tour in Giappone; Ariadne auf Naxos, La traviata e Lucrezia Borgia all'Opéra Royal de Wallonie di Liegi.

Ha tenuto recital e concerti operistici all'Accademia di Santa Cecilia di Roma, al Comunale di Bologna, al Teatro La Pergola di Firenze, al Comunale di Modena, al fianco di artisti come Mirella Freni, Mariella Devia, Patrizia Ciofi, Nicolaj Ghiaurov, Leo Nucci. Ha cantato la Nona Sinfonia di Beethoven al Gran Teatro di Cordoba, il Requiem di Michael Haydn all'Aula Absidale S. Lucia di Bologna. Con l'Orchestra Haydn e l'Orchestra Filarmonica di Torino ha proposto un programma di canzoni napoletane.

Ha poi partecipato alla produzione di Attila al Teatro Verdi di Busseto per l'edizione 2010 del Festival Verdi, in Otello all'Opéra Royal de Wallonie di Liegi, in Aida per la stagione estiva del Teatro dell'Opera di Roma alle Terme di Caracalla, ne la Rondine al Teatro Massimo di Palermo e ne La traviata all'Opéra Royal de Wallonie di Liegi. Ha interpretato Bastiano nell'opera giovanile di Mozart Bastiano e Bastiana al Teatrino del Baraccano a Bologna dove al Teatro Comunale è stato Ruiz nel Trovatore, ed ha partecipato alla produzione di La Bohème al Teatro alla Scala. E' stato ambasciatore di pace a Bagdad, protagonista del concerto con l'orchestra Culture, an Istrument of Peace. Ha recentemente interpretato Divorzio all'italiana di Battistelli al Comunale di Bologna, Otello a Cagliari, Turandot a Torre del Lago.

Ricordiamo, inoltre, le collaborazioni con direttori del calibro di Massimo de Bernart, Ralf Weikart, Daniele Gatti, e registi quali Robert Carsen, Alberto Fassini, David Livermore, Pierluigi Pizzi, Bob Wilson.

Legal information
/
Site map
/
Contact us
Copyright 2011 Stage Door Srl / p.iva 02460411206