Bruno Campanella
Direttore - W

Profondo conoscitore del repertorio belcantistico del quale è considerato uno dei maggiori interpreti a livello internazionale, Bruno Campanella, dirige abitualmente nei principali teatri del mondo, quali il MET, l’Opéra de Paris, la Wiener Staatsoper, il Teatro alla Scala, la ROH Covent Garden di Londra, il Teatro Regio di Torino, l’Opera di Roma, la New National Theatre di Tokyo, il Liceu di Barcellona, la San Francisco Opera, sempre con grande successo. Campanella ha ricevuto il Premio della Critica e il Disco d’oro con l’incisione live di Don Pasquale con Enzo Dara e Luciana Serra (Nuova Era).

RECENSIONI
I Capuleti e i Montecchi, Opéra Bastille de Paris
02/02/2004

.Bruno Campanella, a bel canto specialist, leads the Orchestra de Paris with charisma and a palpable respect for his singers.

(ConcertoNet.com, 2 Febbraio 2004)

.L'orchestre n'est pas en reste, finement coloré sous la baguette hautement spécialiste de Bruno Campanella.

(Pierre-René Serna, Scènes Magazine, Marzo 2004)

.Bruno Campanella è un maestro che questo repertorio lo conosce e lo ama. E questo si avvertiva da subito, dous la baguette hautement spécialiste de Bruno Campanella.

(Pierre-René Serna, Scènes Magazine, Marzo 2004)

.Bruno Campanella è un maestro che questo repertorio lo conosce e lo ama. E questo si avvertiva da subito, da una notevole sinfonia (pagina tra le non felicissime di Bellini) che dava passo a un eccellente lavoro di accompagnamento che metteva subito di rilievo che l'orchestra belliniana non è un pianoforte e che c'è bisogno di una compagine che suoni bene e


Il Barbiere di Siviglia, Metropolitan Opera di New York
17/12/2003

.Dall'orchestra a ranghi completi che occupava tutta la fossa in Berlioz siamo passati, nel Barbiere di Siviglia, a un'orchestra ridotta, diretta agilmente dall'esperto Bruno Campanella. Campanella riusciva a ricavare suoni di grande soavità, controllando e mitigando anche i crescendo. L'agilità e la velocità della sua direzione andavano benissimo per il gruppo di cantanti di primo ordine che formavano il cast e che non solo cantavano stupendamente ma, che sicurissimi di quello che facevano, strollando e mitigando anche i crescendo. L'agilità e la velocità della sua direzione andavano benissimo per il gruppo di cantanti di primo ordine che formavano il cast e che non solo cantavano stupendamente ma, che sicurissimi di quello che facevano, sembravano anche divertirsi tra di loro.

(Mario Hamlet-Metz, L'Opera, Gennaio 2004)


Norma, New National Theatre di Tokyo
28/07/2003

.Questa lettura registica ha trovato piena rispondenza nella superba concertazione di Bruno Campanella a capo dell'eccellente compagine della Tokyo Philharmonic Orchestra. Raramente, forse mai, ci è capitato di ascoltare in teatro una lettura altrettanto illuminante di questo capolavoro. Campanella sospinge incessantemente l'orchestra a tessere un ricamo sono che pare rincorrersi nel vento, impetuoso eppure leggerissimo, impalpabile, inquieto e umbratile. Un alito romantico straziante e commovrettanto illuminante di questo capolavoro. Campanella sospinge incessantemente l'orchestra a tessere un ricamo sono che pare rincorrersi nel vento, impetuoso eppure leggerissimo, impalpabile, inquieto e umbratile. Un alito romantico straziante e commovente, che scava nell'anima e colpisce al cuore, arrivando, nel finale, a vertici interpretativi assolutamente sublimi.

(Nicola Salmoiraghi, L'Opera, Settembre 2003)


Marin Faliero, Teatro Malibran di Venezia
20/06/2003

.L'eccellente direzione di Bruno Campanella.

(Mario Messinis, Il Gazzettino, 24 Giugno 2003)

.Bruno Campanella imposta un lavoro di concertazione in punta di stile.

(Carlo De Pirro, La Nuova Venezia, 22 Giugno 2003)

.Attenta e precisa la concertazione di Bruno Campanella.

(Dino Villatico, La Repubblica, 23 Giugno 2003)

.Si tratta di uno degli avvenimenti più grandi della stagione e la primuova Venezia, 22 Giugno 2003)

.Attenta e precisa la concertazione di Bruno Campanella.

(Dino Villatico, La Repubblica, 23 Giugno 2003)

.Si tratta di uno degli avvenimenti più grandi della stagione e la prima causa si deve all'essere sul podio uno dei nostri più grandi direttori, Bruno Campanella.

(Paolo Isotta, Corriere della sera, 23 Giugno 2003)

.Sul podio Bruno Campanella ha colto con profondo e intelligente equilib

MORE REVIEWS
Legal information
/
Site map
/
Contact us
Copyright 2011 Stage Door Srl / p.iva 02460411206